La Famiglia dei Sapori

baccala_allarancio-jpg__900x675_q85_crop_subsampling-2_upscaleUna serata gourmet, nella quiete di Correzzola, lungo la strada del mare, lontano dalla citta’, nel silenzio delle campagne. Eravamo gia’ stati al ristorante La Famiglia. Sono passati gli anni, ma abbiamo ritrovato il sapore di piatti eleganti, ricercati, dal gusto delicato. L’occasione – per giornalisti, appassionati, cultori di vino e cibo- verificare se il Moscato Fior d’Arancio di Maeli, la pregiata casa vinicola di Elisa Dilavanzo, puo’ riempire ogni calice, dall’antipasto fino al dolce. Scommessa che il nobile vino euganeo ha saputo vincere, dimostrando di sapersi davvero sposare ai gusti piu’ diversi. Come quelli proposti dagli chef della famiglia Agostini, che con sapienza guida questo ormai storico locale. E cosi’, il morbido Moscato di Elisa, nelle sue declinazioni, e’ stato abbinato al cremoso baccala’ mantecato, alla pizza con bufala e pomodoro, al polpo grigliato con passata di ceci e zucchine croccanti. Lungo il percorso, anche i riccioli di fiori di zucca e gamberi su vellutata di piselli alla menta, e i raffinati tortelli di erborinato, con asparagi verdi di Pernumia. Qui, nel calice, e’ stato versato dai Sommelier, il Moscato nella versione metodo classico Brut Nature, mentre l’unico bianco privo di bollicine, ha accompagnato il maialino servito con le verdure di primavera. Grande finale, la crostata alla frutta con crumble di mandorle e nocciole. Un ultimo calice di Maeli, superbo fior d’arancio delle nostre terre, prima di tornare a casa, sazi e felici.