Che nostalgia per la vecchia Lambretta

La tiene mio fratello ben chiusa in garage. Esce, a volte, quando arriva l’estate, torna a far caldo e le giornate finalmente si allungano. E’ la vecchia lambretta blu, ben restaurata, e col motore ancora buono. Non se ne vedono tante in giro di Lambrette. Di vespe si, ce ne sono di piu’. Ma, in quanto a fascino, e’ sempre una bella sfida. Certo gli scooter moderni sono molto piu’ affidabili, e forse sicuri. Non c’e’ pericolo con quelli di fermarsi lungo la strada. La lambretta pero’… Veniva prodotta dalla Industria Meccanica Innocenti di Milano, nel quartiere Lambrate, dal 1947 al 1972, e il nome deriva dal fiume Lambro, che scorre nella zona in cui sorgevano gli stabilimenti dove la moto si fabbricava. Il boom della Lambretta risale agli anni 50. Poi, verso la fine dei 60, la richiesta ebbe un calo. L’automobile ormai era alla portata di tutti.

Quanta nostalgia. Aspetto l’estate, la prossima estate, ormai non manca molto, per vedere il garage che si apre, e risentire il suono del motore, di quella vecchia Lambretta

Have your say